La tavola: un’espressione artistica

tavola-bellaParlare di bontà del cibo e di bellezza della tavola vuol dire parlare di storia, di cultura, di civiltà e di arte. Una volta uno storico disse che, quando si scrive la storia di un popolo, bisognerebbe sempre dedicare un capitolo alle abitudini e usanze di quel popolo a tavola. Esagerazione? Non tanto, se pensiamo che ognuno di noi mette molto di sé stesso nel modo di mangiare. “Dimmi come mangi e ti dirò ch sei”, aforisma già citato ma sempre molto vero.

A tavola si può fare arte. Continua a leggere

Pane & Focolare a Casale Monferrato

post-blog-1Lunedì 12 dicembre ho trascorso una bellissima serata tra amici, a Casale Monferrato. La cornice era davvero raffinata: abbiamo cenato al ristorante La Torre, che ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di “Cucina radiosa” nel Gatti – Massobrio, guida dei migliori ristoranti d’Italia.

Il menu era ottimo, rispettoso della tradizione ma con un tocco di originalità: Continua a leggere

Social eating: voglia di buona cucina e voglia di compagnia

C’è una nuova moda: il social eating. Chi ha passione per la cucina invita a casa propria persone conosciute nel web, attraverso alcuni portali nati proprio per fare incontrare cuochi dilettanti e avventori che sono alla ricerca di nuovi sapori, nuove frontiere culinarie, nuovi amici, il tutto a prezzi onesti, a volte molto vantaggiosi. Per chi cucina c’è la soddisfazione di condividere le proprie competenze, realizzare il sogno di essere chef per una sera, e anche realizzare un piccolo guadagno: ed ecco che cucine, salotti e terrazze si trasformano, occasionalmente, in un ristorante.

Come si fa? Continua a leggere

Bilbo Baggins e l’ospitalità degli hobbit

Non sappiamo che farcene delle avventure. Brutte fastidiose scomode cose! Fanno far tardi a cena!” Lo dice Bilbo Baggins nel primo capitolo de Lo Hobbit di J. R. R. Tolkien. In effetti gli hobbit sono famosi proprio perché amano molto la buona tavola, fanno fino a sei pasti al giorno e sono profondamente turbati da tutto quello che potrebbe impedire loro queste buone abitudini.

Tolkien e la cultura della tavola: si potrebbe aprire un blog solo per parlare di questo. I romanzi dello scrittore inglese sono ricchi di episodi dove si parla di banchetti, pranzi, incontri nelle taverne e birrerie, descrizioni di cibi e libagioni, di cantine e dispense ben fornite.  Continua a leggere