23 aprile: San Giorgio e il Pan Meino

Quanto è grande la ricchezza dell’Italia a tavola: tutte le regioni, le province e le città hanno le proprie ricette, che spesso affondano le radici in lontane tradizioni legate alla storia delle popolazioni rurali.

Il Pan Meino è uno di questi prodotti ed è tipico della Lombardia. Purtroppo la bella tradizione si sta perdendo, si fa un po’ fatica a trovarlo ma per fortuna ci sono ancora dei pasticceri che lo producono e la ricerca verrà premiata: è molto gustoso e soprattutto ha una bella storia alle sue spalle. 

Si chiama così dal miglio, un cereale molto usato in passato e che, mescolato ad altre farine, veniva utilizzato per produrre il pane. Non tutti potevano permettersi di usare solo la farina bianca, un lusso per pochi, ed era normale mescolare tra loro cereali considerati più poveri. Il cibo ha una storia spesso curiosa: oggi il pane fatto con farine integrali e con cereali diversi è considerato di gran moda, chic e trendy, soprattutto grazie alle diete salutiste. Eppure quello era il pane dei contadini, che mai sarebbe finito sulle tavole dei nobili, che si vantavano di consumare solo pane bianco.

Con il miglio si faceva appunto il Pan Meino, dolce che veniva preparato il 23 aprile, quando il calendario ricorda San Giorgio. In quella data si stipulavano i contratti per la fornitura di latte tra mandriani e lattai. Quel giorno era festa grande: la conclusione dell’accordo era garanzia di una buona sicurezza economica, dunque si doveva festeggiare. Era anche la stagione della fioritura dei sambuchi ed ecco quale rito gastronomico veniva celebrato per suggellare il contratto: il mandriano preparava il Pan Meino cosparso di fiori di sambuco e il lattaio regalava la panna liquida per accompagnare il dolce.

Considerando che San Giorgio è il protettore dei lattai, il cerchio si chiude.

E’ un dolce gustoso, sapore antico e genuino, fatto con ingredienti semplici ma gradevolissimi al palato. Oggi lo si prepara sostituendo al miglio la farina di mais, anch’essa una regina sulle tavole lombarde.

Festeggiamo allora san Giorgio con il Pan Meino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...